IL DOLORE NEUROPATICO: PROPOSTA DI CLASSIFICAZIONE DEI DIVERSI QUADRI CLINICI

CLASSIFICAZIONE DEI DIVERSI QUADRI DI DOLORE NEUROPATICO

Perché di questa proposta:

  • I quadri clinici con cui si manifesta il dolore neuropatico sono molto diversi da caso a caso e addirittura nella stessa patologia

  • Non è affatto sufficiente definire il tipo di dolore sulla base di raccolte di sintomi o di tests diffusi come documenti indicatori di dolore neuropatico

  • Siamo convinti che solo una valutazione clinica del paziente e ancor più dell’area di dolore è fondamentale per una diagnosi algologica specialistica e per una scelta terapeutica efficace

  • In un sistema di rete e quindi di condivisone dei piani di cura è opportuno che ogni paziente sia classificato secondo criteri condivisi certificando in tal modo le scelte terapeutiche attuate permettendo una progressione verso strategie complesse.

Pur consapevoli del limite di non disporre dello strumento “Quantitative Sensory Testing” (QST) in ogni Centro riteniamo necessario che ogni paziente venga valutato attentamente mediante la “bedside evaluation”.

Fatte queste premesse proponiamo i seguenti criteri di classificazione dedotti da importanti lavori presenti in letteratura.

  • Forstenpointner J et al. Up-date on Clinical Management of Postherpetic Neuralgia and Mechanism-Based Treatment: New Options in Therapy. JID 2018:218 (Suppl 2): S120-S126  

  • Baron et al.· Peripheral neuropathic pain: a mechanism-related organizing principle based on sensory profiles. Pain, 2017; 58: 261–272

  • Price Th.J., Gold M.S.: From Mechanism to Cure: Renewing the Goal to Eliminate the Disease of Pain,. Pain Medicine 2018; 19: 1525–1549

CLASSIFICAZIONE IN TRE FENOTIPI

I FENOTIPO : SENSORY LOSS PHENOTYPE

All’esame clinico di riscontra perdita sensoriale per perdita della funzione di fibre di piccolo e grande calibro, sensazione paradossale di caldo al QST.

 
Il dolore spontaneo origina da generazione di potenziali d’azione ectopici:
  • Lungo le fibre dei nocicettori lesionati:
  • nel ganglio della radice dorsale o
  • nei neuroni centrali deafferentati.

Pain Medicine 2018; 19: 1525–1549

II FENOTIPO :IRRITABLE NOCICEPTORS PHENOTYPE

Irritable Nociceptors Phenotype o Thermal hyperalgesia: all’esame clinico si riscontra allodinia termica e solo minima allodinia meccanico-dinamica (DMA) della cute ad una conservazione della funzione delle fibre sensitive di grande e piccolo calibro.

L’iperattività spontanea nei nocicettori integri può essere responsabile del dolore spontaneo e può portare a sensibilizzazione dei nocicettori midollari.

Pain Medicine 2018; 19: 1525–1549

III FENOTIPO :MECHANICAL HYPERALGESIA PHENOTYPE

Mechanical Hyperalgesia Phenotype: perdita predominante della funzione delle fibre di piccolo e medio calibro (ipoestesia termica) in associazione a iperalgesia pressoria, iperalgesia al pinprick, marcata e frequente DMA. La sensibilizzazione centrale è prevalente per gli stimoli meccanici. Il dolore spontaneo in questo gruppo indica attività spontanea nel sistema nocicettivo, che può originare nel sistema nervoso periferico o centrale.

Pain Medicine 2018; 19: 1525–1549

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)